Di Scena
Stampa

Chi e' di scena ?

 

annaAnna Magnani

 

 

di Giulio D'Ascenzo

 

Teatroantico, all’interno del proprio sito, vuole dedicare uno spazio a quegli artisti che hanno fatto, fanno e faranno la storia dello spettacolo internazionale.

Ecco nascere CHI E’ DI SCENA?

Il primo omaggio non poteva che essere quello ad ANNA MAGNANI, attrice simbolo del Cinema Italiano e soprattutto della nostra Associazione.

Era il 1993 quando Elisabetta Centore, nostro capocomico, decise di diradare quella nebbia fitta che da vent’anni avvolgeva la nostra attrice più grande, e lo fece realizzando, insieme all’Associazione Internazionale Anna Magnani, una Mostra fotografica, documentaria e filmografica, nonché un Recital “Te racconto Nannarella” sulla vita e la carriera di Anna.

Da quel momento la stampa e i media, grazie al nostro lavoro, si incominciarono a rioccupare della “Lupa del Cinema Italiano”, e mano a mano si sono prodotti spettacoli, libri e manifestazioni atte a ricordarla con grande partecipazione di pubblico; si, perché Anna Magnani è sempre stata e sarà nel cuore di milioni di persone in tutto il mondo.

Anna Magnani nasce a ROMA e non ad Alessandria d’Egitto, il 7 marzo 1908 a Porta Pia, frequenta l’Accademia d’Arte drammatica diretta da Silvio D’Amico, viene notata da Dario Niccodemi nel 1929 che la scrittura nella sua Compagnia teatrale, è l’inizio di una carriera che conta ben oltre cinquanta spettacoli teatrali, Anna si diletterà nella Prosa, nella Rivista, l’Avanspettacolo e la Commedia Musicale. Una curiosità, Anna Magnani è la prima interprete a salire sulle tavole del Teatro Sistina di Roma con una commedia musicale firmata da Garinei &Giovannini. Impossibile dimenticare il duo d’eccezione Totò – Magnani che dal 1940 al 1944 hanno fatto ridere un’Italia in cui di allegro c’era ben poco, sono gli anni della seconda guerra mondiale.

Nel 1934 debutta al cinema in parti di caratterista, sarà Vittorio De Sica a valorizzarla nel 1941 con “Teresa venerdì” ma è Roberto Rossellini a imporla nel cinema mondiale con due opere d’arte cinematografica, “Roma città aperta” nel 1945 e “Amore” nel 1948.

Da questo momento Anna Magnani è l’Attrice più famosa e ricercata al mondo. Tennesse Williams, il più grande drammaturgo americano, scrive per lei, ed è proprio interpretando uno dei suoi inconfondibili drammi, “La rosa tatuata”, che nel 1956 vince il premio Oscar come migliore attrice protagonista, la prima in Italia.

Gli anni 60 non le offrono un granché a livello cinematografico e Anna si rituffa nel Teatro, “La lupa” di Verga, diretta da Franco Zeffirelli e “Medea” di Anhouil, diretta da Giancarlo Menotti, la vedono trionfare su tutti i più grandi palcoscenici d’Europa.

L’ultima grande occasione le arriva dalla RAI che nel 1971 le propone di interpretare quattro storie di donne che sono un po’ il riepilogo dei numerosi personaggi interpretati dalla Magnani nel corso della sua lunga carriera.

Muore a Roma il 26 settembre 1973.

Pochi i libri dedicati alla grande attrice, segnaliamo:

Guido Bezzola, Anna Magnani, Parma, Guanda, 1958.

Giancarlo Governi,Nannarella, il romanzo di Anna Magnani, Milano, Bompiani, 1981.

Patrizia Carrano, La Magnani, il romanzo di una vita, Milano, Rizzoli, 1982.

Anna Scannapieco, a cura di, Anna Magnani, Venezia, Quaderni di Circuito Cinema, marzo 1982.

Matilde Hochkofler, Anna Magnani, Roma, Gremese, 1984.

Patrizia Pistagnesi, a cura di, Anna Magnani, Milano, Fabbri, 1989.

Elisabetta Centore, Nannarella, la donna, la madre l’attrice Anna Magnani, Roma, Teatroantico Edizioni 1993.

Alberto Anile, Maria Gabriella Giannice, La guerra dei vulcani, Genova, Le Mani 2000.

Lorenzo Cantatore, Giuliano Falzone, La signora Magnani, Roma, Edilizio 2001.

Tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su ANNA MAGNANI o altri grandi artisti, possono scrivere al nostro indirizzo E-MAIL.

Martedì 15 Febbraio 2011 17:23